1

  • Il Piemonte resta zona bianca: calano i nuovi casi, costante l'occupazione della terapia intensiva

    Il Piemonte resta zona bianca: calano i nuovi casi, costante l'occupazione della terapia intensiva

  • Sono 14.512 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino contro il Covid

    Sono 14.512 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino contro il Covid

  • Sono 263 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19

    Sono 263 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19

  •  Regio Insubrica: avvenuto il passaggio della presidenza dalla Regione Piemonte al Canton Ticino

    Regio Insubrica: avvenuto il passaggio della presidenza dalla Regione Piemonte al Canton Ticino

  • Domo: il divieto di circolare in bicicletta sui marciapiedi spiegato dal Comandante della Polizia Locale

    Domo: il divieto di circolare in bicicletta sui marciapiedi spiegato dal Comandante della Polizia...

  • Calcio svizzero: il dopo Braga inizia con un pari per il Lugano

    Calcio svizzero: il dopo Braga inizia con un pari per il Lugano

  • Nuove offerte di lavoro in Svizzera sino al 20 settembre 2021: eccole tutte

    Nuove offerte di lavoro in Svizzera sino al 20 settembre 2021: eccole tutte

  • Sondaggio News24 sull'obbligo ed estensione del green pass: il 73% favorevole, il 18% totalmente contrario

    Sondaggio News24 sull'obbligo ed estensione del green pass: il 73% favorevole, il 18% totalmente...

  • Prorogato fino al 30 settembre l'accesso diretto alla vaccinazione per tutte le fasce d’età

    Prorogato fino al 30 settembre l'accesso diretto alla vaccinazione per tutte le fasce d’età

  • Il 98% delle Rsa in Piemonte è covid free

    Il 98% delle Rsa in Piemonte è covid free

  • Sono 15.776 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino

    Sono 15.776 le persone che hanno ricevuto oggi il vaccino

  • Sono 306 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19. I ricoverati in terapia intensiva sono 24

    Sono 306 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19. I ricoverati in terapia intensiva...

App Store Play Store Huawei Store

raspelli sfondo vco24

OSSOLA- 14-09-2021—Dall'inizio della pandemia il noto gourmet Edoardo Raspelli risiede in Ossola, a Mozzio di Crodo, in quel gastrorifugio che definisce “un angolo di paradiso”. In questa videointervista ci racconta come ha trascorso questo tempo pandemico, con inconvenienti e soddisfazioni, non mancando di parlare del settore in cui è la star indiscussa della Penisola, la gastronomia e la ristorazione:

 

“Sono da queste parti sin dal 1986, quando un montatore della Rai, Giancarlo Milani, mi fece scoprire il Bettelmatt. Mi invitò in vacanza a Mozzio di Crodo, mi disse che era vicino a Domodossola, ed io, nella mia ignoranza, gli chiesi dov'era Domodossola... Un ignoranza questa che aimè hanno ancora molti italiani che non siano di Varese o del milanese.

 

Quindi vengo dall'86, affittando prima una casetta poi un'altra nel centro di Mozzio, poi con il passare degli anni, e l'accumulo dei chili, ho trovato una soluzione più ampia lungo la provinciale, un rifugio tra prati e boschi, dove mi sono rifugiato da più di un anno. In mezzo al verde, nel silenzio, con cose straordinarie come il volteggiare dei gheppi, che sanno fermarsi in aria come un elicottero... ogni tanto qualche scoiattolo che prende le noci che mia moglie lascia nel giardino.

 

I miei, io a quell'ora dormo, mi dicono che hanno visto passare anche cervi e caprioli. Insomma un angolo di paradiso, con tutti i suoi problemi. Ad esempio le strade. Sono un guidatore di città, e d'inverno, con il ghiaccio, ho difficoltà... lo scorso anno ho lasciato l'auto fuori e mi si è ghiacciato il gasolio. Per arrivare a casa mia c'è una salita di una settantina di metri, e d'inverno, con neve e ghiaccio, lascio l'auto vicino alla provinciale. Mi è capitato di scivolare e cadere, addirittura una volta sono dovuto rientrare in casa a carponi...

 

L'estate a Mozzio quest'anno non si è vista, solo ad agosto, quando l'orticello mi ha dato soddisfazione, i pomidoro stanno prendendo colore, ottimi con un tonno o un cipollotto ed olio extravergine, magari piemontese. E' il mio gastrorifugio in val d'Ossola.

Ho scoperto i formaggi ossolani, ho raccontato la zona a Mediaset, le porcellane, le chiocciole, avrei anche potuto raccontarne altre... Bisogna che i produttori si alleino e ci facciano un pensierino.

 

Ho l'orgoglio di avere raccontato per primo dei ristoranti in città a Domodossola, l'Eurossola per non fare nomi (l'Atelier, ristorante all'interno dell'Hotel Eurossola dello chef stellato Giorgio Bartolucci ndr.) prima che arrivassero le guide a parlarne bene come si merita. Ma intorno c'è ad esempio il Gallo Nero a Montecrestese, a Vicieno l'Edelweiss, a Crodo il Marconi... non vorrei dimenticarne qualcuno, diciamo che questa zona è diventata molto interessante.

 

Resterò probabilmente in Ossola anche il prossimo inverno, ma continuo a fare il mio mestiere, a visitare i ristoranti e gli alberghi per il gusto.it ed i 12 quotidiani correlati. Magari il prossimo inverno non mi dimenticherò di mettere l'antigelo nel gasolio....”

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.